Just a perfect moment… di domenica!

Ho ripreso ad allenarmi con la corsa, non prima di aver scarabocchiato un nome su un foglio di quella che sara’ la mia prossima salita del cuore, quella che, dopo 10 anni ,dovrebbe chiudere un percorso di oltre 32 salite di corsa sui passi dolomitici e non che hanno fatto la storia del ciclismo e che io ho deciso di scalare di corsa da sola.

E’ un piccolo progetto e come ogni  nuova sfida ci apre al nuovo, ci mette in confronto con noi stessi, laddove ho realizzato ancora una volta che la parte piu’ difficile del rapporto che ogni uno di noi ha con se’ stesso sia sapersi ascoltare e sapersi perdonare.

Siamo distratti dal troppo che ci gravita attorno, siamo alla costante ricerca di essere performanti, assoluti e perfetti.

Come spesso ho scritto, quando mi alleno, non uso cardio frequenzimetro, ne’ orologio, ho imparato ad ascoltarmi e so esattamente che ritmo dare alla mia andatura per rompere il fiato e non andare in affanno e alla fine di ogni allenamento so con esattezza il tempo impiegato e se ho “sforato” sui miei parametri mi perdono con indulgenza.

Dovremmo/dovrei applicare la stessa regola alla vita di tutti i giorni.

Porci piccoli nuovi progetti da affrontare senza affanno e cadenzare le nostre giornate di un’ attento ascolto verso noi stessi: nuove sfide, nuove mete, nuova energia, nuova vita.

Felice domenica da Lory

@foto Pinterest/web

 

11 Comments
  1. Hai proprio rgaione, condivido quello che hai scritto. Io stesso, quando faccio sport, mi limito a fare un massimo di un paio d’ore; poi ci sono momenti, come ieri, in cui sforo alla grande, ma è colpa mia se è uno sport per cui alla fine mi sento tentato di continuare? Non credo proprio… poi mi fermo quando inizio a sentire la stanchezza (ed i segni li riconosci, te l’assicuro), ma alla fine la soddisfazione è davvero tanta… buona domenica! <3

    1. Luca non ho compreso quale sport pratichi, l’ importante e’farlo come ci piace, ogni uno di noi ha la propria percezione della fatica, dello sporzo, della competizione.Io ho scelto tantissimo tempo fa di correre in modo diverso, ma se ti farà’ piacere potrai leggere nella sezione “sport” del blog la mia filosofia e le mie salite del cuore. Buona serata e buona domenica anche a te.

  2. Brava Lory. ammiro ed un pò invidio la tua forza di volontà. Sono reduce da un piccolo infortunio, nulla di grave, ma mi ha allontanato dalla mia corsa ed ora non riesco a trovare la forza di riprendere. Buona corsa Lory

    1. Cecilia cara mi spiace, riposo e pazienza e con forzare il fisico che ha i suoi tempi di ripresa, vedrai che quando sarai pronta il tuo corpo te lo fare’ percepire… ti abbraccio forte

  3. Ti ammiro tantissimo Lory! Lo sport fa bene alla mente, al corpo, all’umore. Sono diventata un po’ pigra, ma dovrò sicuramente riprendere qualche attività, spero di riuscire! Bacioni e buona domenica! Complimenti per tutto quello che fai♥️😘

    1. Milena ho sperimentato che piu’ siamo pigri e meno abbiamo voglia di fare sport! mi succede a volte, che mi fermo… e poi fatico a ripartire… ma camminare o correre fa bene a passo lento, senza sforzo. Tu mi scrivi complimenti per tutto quello che faccio … grazie, a volte vorrei fare qualcosa di piu’ ma spesso dopo una giornata in ufficio sono stanca e riesco a malapena a lavorare un po’ al blog o leggere due pagine di libro.Un abbraccio

  4. Cara Lory, farò tesoro di queste tue parole: “sapersi ascoltare e sapersi perdonare”. Sono giorni di fragilità, che forse devo comunque accettare come parte di me: da quanto scrivi, ho la conferma che, mettendomi in paziente ascolto e silenziosa attesa, riuscirò a ritrovare la strada del sorriso. Un abbraccio, a presto.
    P.S. Stamattina ho comprato una tuta basica per riprendere a correre, spronata anche dal tuo esempio..

    1. Milena carissima, la fragilita’ di cui scrivi mi è ben nota, quante volte sono stata pervasa da un senso di smarrimento, di inadeguatezza verso me stessa ed è proprio in questi momenti che attraverso la corsa ho ritrovato l’ equilibrio, falcata dopo falcata il fisico si modellava alla fatica e arrivavano serenita’ e fiducia. Quindi, esci, vai a correre o camminare, prendi per mano la tua parte piu’ fragile e stringila a te, vai oltre il tuo respiro e vedrai ti sentirai meglio. Ti abbraccio con affetto e qui… nel mio piccolo salotto ci possiamo sempre sedere per trovare reciproco supporto alle giornate piu’ difficili. Lori

      1. Grazie per esserci e rispondermi con puntuale e affettuosa vicinanza, nonostante la dimensione virtuale del blog.
        De Andrè cantava: “Prendi la tua tristezza in mano e soffiala nel fiume / Vesti di foglie il tuo dolore e coprilo di piume”…
        Quindi ripartiamo, a passo lento ma risoluto, con dolce fermezza, qualche lacrima e un sorriso.
        Un abbraccio.

    1. Se solo la bilancia mi seguisse!!! ho preso qualche kilo uffa e non riesco a liberarmene!! ma spero con la corsa di recuperare in fretta il peso desiderato, senza stress. grazie per il tuo supporto !

Rispondi

Fiorella Spagnoli Web Developer
disclaimer: Some pictures posted here are taken from the internet, they are not mine, just sharing what I love. If you have copyright over any of them, send me an e-mail and I will take it out.
Note some photos are edited nevertheless no copyright infringement intended.