Just a perfect moment…a passo diverso in un percorso uguale!

Sono uscita molto presto per andare a correre, faceva ancora buio, ho messo a punto un percorso che mi consente di “circumnavigare”  gli isolati rimanendo  entro il perimetro dei 400 metri imposti dall’ ordinanza in vigore qui.

E correndo ho percepito che la’ fuori qualcosa e’ davvero cambiato, nell’ incontro di altri che come me stavano cercando quella boccata di libertà, negli  sguardi che si incrociano nonostante la distanza stabilita, ma che raccontano speranza, quel cenno del capo  che significa : “ ci sono anch’ io, sto correndo per respirare qualche attimo di spazio, forza, uniti riusciremo a riprenderci metri e kilometri di vita.”

Prima di questa quarantena quando andavo a correre nessuno ti salutava, nessuno, tutti fagocitati dalla prestazione, con gli  occhi piantati sull’ asfalto e sul cardiofrequenzimentro, solo qualche occhiata di sfuggita tra i runners che finisci per riconoscere dal pantaloncino corto anche a dicembre e dal fisico asciutto.

Ora e’ diverso : si corre per riappropriarci di questo tempo sospeso, si è contenti di poterlo fare in pillole con il paesaggio che si ripete per molti giri ed e’ come se stessimo ripartendo tutti da zero, nessun traguardo da  raggiungere, perché per ora l’unica Ultra che possiamo fare e’ quella verso un tempo migliore.

Buona domenica da Lory!

(p.s. Quando corro indosso il pantaloncino corto anche a dicembre, ma da anni non uso ne’ cardio ne’ orologio)

@ foto Pinterest/web

16 Comments
  1. Che bello se il tuo racconto fosse una metafora di un nuovo corso nella corsa della vita…
    Un abbraccio e buona domenica, cara amica: ti scrivo ascoltando Čajkovskij, quindi stenderò la frolla per nuove crostatine e concluderò leggendo “Immagini dell’Italia” di Pavel Muratov, per viaggiare nel Belpaese almeno con la fantasia, grata a chi ci ha preceduti per le eterne meraviglie che ci ha lasciato.

    1. Milena sei raffinata in tutto, dalla musica alla lettura e come sempre mi lasci delle piccole perle di cultura da annotare sul mio quaderno (non ho un cd di musica classica e quindi sarebbe bello per me inziare…) Vorrei anch’io fare dei dolci ma orati faro’sorridere… qui sono sparite uova e farina dagli scaffali dei supermercati. TI auguro un buon pomeriggio,qui c’e’ un bellissimo sole e sono in terrazza con una tazza di tisana allo zenzero.Un abbraccio forte lory

      1. Cara Lory, grazie del complimento: per me bellezza e raffinatezza sono indispensabili come l’aria che respiro, pertanto cerco di coltivarle sempre.
        Se può interessarti, sappi che quotidianamente, a mezzogiorno, Radio3 trasmette il “Concerto del mattino”, recuperabile e scaricabile dalla piattaforma di Raiplay.
        Aggiungo che, se può esserti utile, io sono riuscita a trovare farina e lievito di ottima qualità dal mio panettiere di fiducia, che me li ha gentilmente venduti sfusi in questo tempo di pandemia.
        Un abbraccio.

        1. Dimenticavo! Per le uova, mi sono rivolta al fruttivendolo: come vedi, il bisogno aguzza l’ingegno… ed è così bello tornare a fare la spesa come s’usava una volta…
          A presto!

          1. Milena farà tutto bene? Volevo augurarti un buon primo maggio. Anche oggi chiusa in casa, ormai sono un pochino stanca e fatico a trovare nuovi stimoli p. Ti abbraccio e attendo tue notizie

        2. Milena grazie per il consiglio, vicino a casa c’ è un fruttivendolo e questa è un’ ottima idea per acquistare le uova e anche prodotti freschi. Grazie anche per il consiglio di Rai 3, mi segno tutto sul mio quaderno del tempo sospeso. quante cose nuove sto imparando grazie a te…grazie del tuo affetto ti abbraccio lory

  2. I nostri occhi in questo momento, sono l’unica espressione del nostro viso, le mascherine nascondono parte del nostro volto, ma lo sguardo dice tanto, possiamo comunicare e dire e capire tante cose, che forse prima erano scontate .La voglia di ricominciare e di incontrare gli altri, il saluto e una parola sono fondamentali! Buona domenica cara Lory!

    1. Maria Luisa, e’ vero, attraverso gli occhi ritroviamo quel contatto che un tempo passava inosservato… dalla fretta di andare, comperare, apparire, arrivare, rincorrere… La voglia di ricominciare a passo lento spero possa essere per tutti, spero davvero che tutto questo ci abbia lasciato una traccia di buono da cui ripartire verso una semplicità maggiore.Ti abbraccio forte e grazie del tuo affetto (lo dico sempre…ma sono veramente grata di quello che ricevo attraverso questo piccolo blog e non solo)

  3. Cara Loredana, hai proprio ragione è la libertà che ci manca, ci manca il contatto umano , sicuramente questa mattina hai apprezzato in modo diverso la libertà di una corsa da tempo negata. Io mi auguro che questo periodo di riflessione ci porti ad una migliore vita ma penso che non sarà così . Grazie molte buon pomeriggio.

    1. Carissima Sabbionara nel cuore, mai come in questo periodo assaporare le piccole cose e’amplificato dalla costrizione che ci ha imposto molte ore in casa.Sto riflettendo molto, a volte i pensieri si affollano uno sull’ altro e per questo ho bisogno di ritrovarmi in quella che e’ la mia dimensione naturale: la corsa.Ti abbraccio con affetto, abbi cura di te…un biscotto al giorno fa felici e fa dimagrire!! lory

    1. Luca spero tu stia bene,siamo ormai a meta’settimana… buon mercoledì’ pomeriggio e grazie di leggermi sempre con affetto lory

  4. Mi sembra di vederti correre nell’aria frizzante del mattino. Con questo post, oltre farmi venire una tremenda voglia di correre, mi hai riscaldato il cuore: mi piace pensare che tutto quel che ci è successo alla fine ci ha lasciato migliori di come eravamo. Grazie Lory …e buona corsa.

    1. Cecilia da domani qui potremmo correre senza limitazioni di percorso, non mi sembra vero…mai avremmo pensato che la liberta’fosse un dono cosi’ grande, davamo molto e troppo per scontato.Per me la corsa e’vita, questo lo sai e anche tu tornerai a correre a passo lento… ti abbraccio forte

  5. ..questo virus sta cambiando i nostri atteggiamenti e comportamenti ..sta finalmente sviluppando i nostri sensi, la comunicazione dei sensi ..che sono così poco sviluppati nell’uomo! Siamo più lontani nei contatti, ma più vicini lo stesso nella comunicazione come nello scambio di sguardi. Ci fa scoprire, se preso dal verso giusto, la parte interiore di noi stessi, fa riscoprire il valore delle piccole cose, della famiglia, dell’amicizia e tant’altro! Ci ha unito tutti in un unico problema da risolvere, seppur lontani nei contatti .questo è il mio pensiero …ciao Cara. Un abbraccio

    1. Grazie Stefania per il tuo bel commento e ben venuta nel mio piccolo salotto virtuale dove mai come in questo periodo ci teniamo tutte compagnia con i nostri commenti e le nostre sensazioni. E’ vero questo momento ci porta a guardarci dentro, e ad assporare nuovamente le piccole cose, gli affetti, a ritrovare abitudini che pensavamo perdute come fare il pane, e forse quando torneremo alla vita di sempre lo faremo a passo lento…kalipe’.LOri

Rispondi

Fiorella Spagnoli Web Developer
disclaimer: Some pictures posted here are taken from the internet, they are not mine, just sharing what I love. If you have copyright over any of them, send me an e-mail and I will take it out.
Note some photos are edited nevertheless no copyright infringement intended.