Just a perfect moment…. cucchiaio scalda cuore !

E’ il profumo della salvia e della pancetta rinchiuse nello scrigno di piccole quaglie, quello delle uova sbattute e del latte dove le fette di pane ondeggiano per trasformarsi in un dolce ricoperto di zucchero, del latte bollente sopra le croste dorate di polenta, delle  fette di mele che giocano a nascondino nella pastella, delle ortiche mescolate all’ asparago d’ altura che tingono di  verde prato il risotto, della crema di burro ricamata con la forchetta sulla torta al caffè.

Danzano i profumi delle  mie pietanze scalda cuore in un balletto di armoniosi ricordi.

Quali sono le vostre pietanze scalda cuore? Quelle che vorreste qualcuno preparasse per voi da consumare in silenzio, assaporando.

@ foto Pinterest

10 Comments
  1. Pensa il caso: stavo facendo lo stesso “gioco” questo pomeriggio, osservando la pioggia e tenendomi stretta per combattere la malinconia.
    Sono tanti i cibi che mi danno conforto, per i ricordi ad essi associati: nella mia mente, anche una semplice fetta di pane con olio e sale diventa sopraffina perché preparata dal mio papà al mare, mentre aspettavamo le pietanze della cena.
    Rimpiango soprattutto quel gusto dell’attesa (con il panettone o i gelati che apparivano al momento giusto e non mesi prima), quell’equilibrio dato da un innato senso della misura che era patrimonio comune (e non slogan di qualche influencer) e che, ora più che mai, sento mancare.
    Grazie per queste belle righe cariche di tenerezza: un abbraccio.

    1. E’ vero Milena il panettone arriva ad agosto o quasi, tutto si anticipa e si sta perdendo il piacere del poco e buono. Credevo che la pandemia con la prima fase dove tutti erano ad impastare pane e pasta per la pizza avesse riportato le persone ad essere piu’ educate, attente ai veri valori ed al prossimo, poi ho visto le scene in piazza Duomo di qualche giorno fa e mi sono spaventata. Non centra molto con il post delle pietanze scalda cuore, ma quello che sta succedendo la’ fuori mi mette ogni tanto in agitazione. baci lori

  2. Ciao Lory, che bello questo post! I cibi che mi scaldano il cuore, sono soprattutto i dolci,che amo preparare, quelli che mi legano ai ricordi d’infanzia, la crostata, che amorevolmente,preparava la mia cara nonna!
    Per i primi piatti, i cappelletti in brodo,tradizione che si è tramandata dalla nonna,alla mamma e a me.
    Poi sono legata ad un piatto, che il mio caro papà, preparava,ogni Vigilia di Natale, legato alla tradizione napoletana, una spaghettata squisita! Un ricordo pieno di amore e del cuore❤
    Grazie per avermi fatto rivivere delle emozioni!
    Un abbraccio fortissimo ,un saluto a tutti
    😘🥰

    1. Maria LUisa sono contenta di aver riportato alla tua mente le pietanze del cuore, come balsamo per l’anima e i nostri ricordi piu’ belli. Grazie a te di essere sempre presente con il tuo affetto Lori

  3. .il pollo che grigliava mia madre alla brace sul vecchio focolare della stanza fuori in giardino denominata “lissiara”..lo faceva cn l aiuto di papà.ogni sabato mezzogiorno.una tradizioneper noi..non l ho più mangiato da quando lei non c e più. Un profumo e un gusto affumicato,salato e tenero che contiene un ricordo intimo e magnifico che non dimenticherò mai…❤

    1. Daniela, mi hai commossa, io da quando papa’ non c’è piu’ oltre 30 anni non ho piu’ mangiato polenta e quaglie che lui preparava sempre per me la domenica. Sono ricordi che porteremo sempre nel cuore e che sono il nostro tesoro di quello che in termini di affetto abbiamo perso o forse si è solo trasformato lassu’ in cielo vegliando su di noi.
      Lori

      1. ❤..il tuo papà sev essere stato un super papà..lo leggo tra le righe del tuo libro .
        Sì lory lo sto leggendo nelle poche pause che mi ritaglio e devo farti i complimenti…sai che ho già pensato che appena lo finisco lo faccio leggere a mia sorella che apprezzerà molto la parte della corsa essendo lei come te una runner🏃‍♀️🏃‍♀️🏃‍♀️

        1. Daniela grazie, so che le tue giornate sono piene di Filiberto che cresce ed e’ uno spettacolo di bimbo. Mio papa’ mi ha insegnato la rettitudine, la disciplina, l’ onesta, era un babbo molto molto severo ma amorevole. Sarò onorata de tua sorella maratoneta lèggerà di me ❤️

Rispondi

Fiorella Spagnoli Web Developer
disclaimer: Some pictures posted here are taken from the internet, they are not mine, just sharing what I love. If you have copyright over any of them, send me an e-mail and I will take it out.
Note some photos are edited nevertheless no copyright infringement intended.